Lettera a don Fernando Filograna

Carissimo don Fernando,

quando Papa Francesco, ti ha chiamato a servire la Chiesa come Vescovo della Diocesi di Nardò – Gallipoli, abbiamo appreso con tanta gioia e gratitudine la notizia, ed è con lo stesso sentimento che, come cristiani della Chiesa di Lecce, come Scout in generale, ma soprattutto come Scout della Zona Lecce Adriatica ti  manifestiamo tutta la  nostra  contentezza, anche oggi, giorno della tua ordinazione episcopale.

Il Signore ci ha dato l’opportunità di conoscerti e di camminare insieme verso LUI. Ricordiamo con piacere il tuo apporto fondamentale per fondare il gruppo scout Trepuzzi 1, e la presenza attiva, attenta,  qualificata e mirata all’educazione dei ragazzi secondo il metodo scout. Assistente dal 1997 al 2007, sei stato sostegno costante dell’allora nascente Comunità Capi, che hai formato secondo il criterio che un buon educatore scout deve saper essere anche un buon catechista e, quindi, hai guidato i capi  in questo fondamentale e delicato ruolo. La tua presenza in Associazione la ricordiamo anche per l’impegno verso le problematiche riguardanti tutta la sfera giovanile, dell’educazione, del disagio, dell’accoglienza e dell’integrazione. Siamo certi che questa attenzione ti accompagnerà anche nel servizio di Pastore della Chiesa di Nardò – Gallipoli.

Carissimo don Fernando, come sicuramente ricorderai, il nostro motto è “Estote Parati”,  “Sii preparato”! Preparato a rispondere “eccomi” quando il Signore ha voluto chiamarti su nuovi sentieri a guidare un pezzo della sua Chiesa: “Eccomi; del mio meglio; sono pronto a servire”.

Come scout e come sacerdote, hai fatto tuo questo motto. Sei stato pronto ad accogliere e rispondere “SI” ad una  chiamata importante della tua vita.

 “Se avete piantato bene la tenda, potete ridervene della pioggia” diceva Baden Powell ai suoi esploratori, e noi lo sappiamo che la tua tenda si regge su solide basi: l’amore per Cristo e per il prossimo.

Ci hai insegnato, con la tua testimonianza, che educare non significa riempire un secchio, ma accendere un fuoco. Tu per primo, con noi, sei stato un educatore instancabile, attento ad ogni problematica dei giovani e degli educatori, come dice, ancora,  il nostro fondatore Baden Powell “la strada entra dai piedi”, i tuoi sono piedi buoni in quanto il percorso effettuato con te ha portato buoni  frutti, sono piedi pronti a percorrere nuove strade, nuovi sentieri  accanto ai futuri sacerdoti, educatori, fedeli, ragazzi nella tua “nuova casa”. Lo farai, ne siamo convinti, con l’attenzione e la dedizione che ti contraddistingue, lo farai con la convinzione che porti nel cuore, come tu stesso dici:“ vengo a voi con animo aperto e disponibile per vivere con voi l’esaltante avventura della fede e per essere in mezzo a voi servo di unità.  Cammineremo insieme e senza lasciarci rubare la speranza.”

Con questi sentimenti e con tanta commozione ti salutiamo come usiamo fare quando ci incontriamo tra fratelli scout: Buona caccia e buona strada!

Lory Imbriani – Antonio Tarantino – Don Mimmo Fiore

(Responsabili ed Assistente Ecclesiastico della Zona Lecce Adriatica)

Lettera A Don Fernado Filograna
Lettera A Don Fernado Filograna
lettera a don fernado filograna.pdf
175.3 KiB
121 Downloads
Dettagli...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *